Troppo splendore

lavender_abbie_cornish_jpg_1003x0_crop_q85

Non se ne parla molto, è un segreto, cova nelle tenebre di caverne interiori:

l’incapacità di reggere l’altrui splendore.

Una donna di settant’anni è stata molto bella. Ora è ancora affascinante, piena di talento, di idee. Ha un compagno che ama, è riamata. Ma le manca qualcosa. Una ferita ancora infiammata, ricordi di infanzia, uno squarcio nella tela dipinta.

Uno strappo nel vestito ricamato.

Invita la sua nuova amica a casa sua, e ritira ogni volta l’invito. Le promette un regalo, ma non riesce a darglielo, mettendo fra lei e la giovane donna una montagna di giustificazioni.

Vorrebbe che fosse diverso, ma il tarlo della gelosia alimenta i suoi mostri.

images (1)

La detesta non sa proprio perché. La vorrebbe, ma ridimensionata, più piccola, di media misura. La musica della sua voce la rende furiosa.

Si sopporta lo splendore degli altri quando si naviga con sicurezza nel proprio.

Se si ha coscienza della propria luce, si ha bisogno che le altre persone fioriscano, per creare una rete di lucciole impazzite.

Se si è interi, si ama. Si ha bisogno dello splendore degli altri, per sentirsi felici.

 

 

 

 

Annunci

4 pensieri riguardo “Troppo splendore

  1. Non ho parole per dirti quanto sia splendido questo tuo scritto!Riporto alcune tue meravigliose parole” Se si ha coscienza della propria luce, si ha bisogno che le altre persone fioriscano, per creare una rete di lucciole impazzite.
    Se si è interi, si ama. Si ha bisogno dello splendore degli altri, per sentirsi felici”
    Queste tue parole, dovrebbero essere il moto perpetuo della nostra vita!

    Sai, mentre leggevo e vivevo le parole che ci hai donato, sono tornata nei mei “paesaggi dell’anima”, vissuti con i miei amati figli, fin dalla loro tenera età.
    Perché è nel “riflesso dell’altro” che viviamo il racconto inestimabile di questo miracolo prodigioso: la nostra incredibile esistenza.
    Un grazie infinito per la bellezza che ci doni
    Adriana

    Mi piace

    1. l’altra sera parlavo con un amico, lui diceva che chi riesce a vibrare ogni giorno nella luce è anche perchè…è karma 🙂
      io gli ho risposto che è un esercizio da compiere con forte intento ogni giorno…forse avevamo ragione tutte e due. Grazie per la lettura attenta dei miei versi.
      Sicuramente, specchiandoti nei tuoi figli, hai potuto compiere misteriose e profonde evoluzioni dell’anima
      un abbraccio

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...