Anime gemelle

Marco pianta disastrata, verde fatica, boccia di vetro con i pesci morti.
Marco – che spiluccava erba dalla sua giacca e chiedeva chi fosse quella ragazza sul prato.

Delle due fate, una ti è cara, l’altra scavalca la roccia per mostrare i muscoli decisi.
Ma non riscuote successo perché latte bianco.
Caro, latte bianco si è infiltrato nel ramo
una rondine succhia quella gemma di soffione e
una canzone sbuccia la corteccia
quattro api in fila in corsa prendono la goccia di liquido
che ti ritorna infine nella bocca labbra – lucenti – di- lenzuolo.

Formidabile spazio vuoto dove entra livore
di non possedere la donna
donna senza le gambe per prendere la metro
e l’ascensore sulle ali supersoniche
che portano all’appartamento
della città degli impicci internazionali.

Marco ha fatto da perno ha fatto da sindone
nella tela rotta dello sfregio taciturno
il primo della fila di tutti quei re di denari
copie di copie di destino infrangibile
recinto, spezie e fortini per costruire quella pelle insondabile
il tamburo, batacchio di favore
spezza la pesca e mangiane – è il corpo
è l’ostia sottile che calca il palato.

Marco riposa nelle istantanee
degli ulivi beltà indecente
cascare nel burrone, casa rosa sull’argilla.
Contadini arricchiti scarpe grosse.
Chi è lui?
– Un angelo.

7229dechau5

Annunci

4 pensieri riguardo “Anime gemelle

  1. Non sono sicura, ma se stai parlando del fatto che sia poco commentato, sappi che questo blog è il figlio di un altro dove c’era tanta interazione, tantissima…un gruppo di persone si scrivevano giorno e notte. Cancellarono la piattaforma – blogs.it . E’ vero che da qualche anno il gruppo si era già disgregato, ma un patrimonio di parole e passioni si scomparve per sempre, come un iceberg disciolto. Poi dicono che internet sia un luogo superficiale.
    Ora, faccio fatica, a ricominciare. Sono anche un pò disillusa, forse.
    Sono contenta che tu legga, la tua scrittura avrebbe potuto far parte di quel gruppo del passato che un incantesimo disperse 🙂

    Mi piace

  2. in effetti mi riferivo a quello:) e mi consola sinceramente che avessi un buon gruppo con cui scambiare impressioni e osservazioni sulle parole scritte. La bontà di un brano non si misura dai commenti, certo non dal loro numero semmai dalla qualità, ma è indubbio che la condivisione e il confronto aiutano…a scrivere bene 🙂
    ml
    (e a me sarebbe piaciuto far parte di quel gruppo)

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...